BOLOGNA HARP FESTIVAL

Prima edizione 2015 

 

La prima edizione del Bologna Harp Festival si è conclusa con l’entusiasmo di aver fatto conoscere ad un vasto pubblico le molte sfaccettature di uno strumento raro ed affascinante come l’arpa.

 

I concerti del 31 Gennaio e 1 Febbraio presso l’Oratorio San Carlo, (Emanuela Degli Esposti e Marino Bedetti, Duo Telyn con Rita Marchesini) hanno dato la possibilità ad un vasto numero di presenti di ascoltare alcune pagine della letteratura classica e romantica per arpa e oboe e una particolare versione per due arpe del repertorio flamenco, abitualmente suonato con la chitarra, arricchito dalla presenza di tre ballerini che hanno eseguito dal vivo alcune coreografie.

 

Marcella Carboni con la sua bellissima arpa elettroacustica Blu ci ha trasportato nel mondo del jazz per due giorni, dal 7 all’ 8 febbraio, all’interno del Museo della Musica di Bologna. Grazie al suo repertorio inconsueto e spesso sconosciuto, ha entusiasmato i numerosissimi allievi iscritti alla sua masterclass venuti da tutte le regioni e conservatori d’Italia (ringraziamo in particolar modo le Docenti Emanuela Degli Esposti del Conservatorio di Parma, Gabriella Bosio del Conservatorio di Torino e Alice Caradente, Alice Belardini e Cristina Giorgi per aver accompagnato i loro studenti). In concerto, la sera, Marcella ha stregato il pubblico con la sua loop station, un repertorio di effetti e tecniche inconsuete proponendo composizioni sue o rielaborazioni di standards con ritmo, creatività e raffinatezza assolutamente fuori dal comune.

 

A margine della programmazione del Bologna Harp Festival è stato possibile proporre ai nostri studenti di presenziare ad una serata d’eccezione: il 16 Febbraio, la Prima Arpa del Teatro alla Scala di Milano, Luisa Prandina ha eseguito insieme al Direttore del Teatro Manzoni, Giorgio Zagnoni, il “Concerto per arpa e flauto e orchestra”, K299 di W. A. Mozart, insieme ai Cameristi del Teatro Comunale di Bologna.  Hanno proposto un programma interamente dedicato a Mozart dove figurava anche la Serenata in Re maggiore, n. 7, K239, Sinfonia n. 1 in Mi bemolle maggiore K16 Concerto n. 2 in Re maggiore per flauto e orchestra K314. La mattina stessa è stato possibile fare scoprire l’arpa a ben 300 studenti delle scuole di Bologna grazie una lezione concerto, sempre presso il Teatro Manzoni, a preparazione del Concerto serale a cura di Rita Marchesini e dell’Associazione Arpeggi.

 

I laboratori didattici, proposti per tre sabato mattina presso il Museo della Musica, hanno anch’essi registrato il tutto esaurito (circa 100 bambini); alcuni allievi delle scuole di arpa di Bologna, Imola e Cento hanno fatto la colonna sonora ai racconti dedicati alla mitologia dello strumento, mentre alla fine del laboratorio è stato possibile fare avvicinare molti ragazzi per la prima volta allo strumento facendoli “pizzicare” le prime note su piccole arpe celtiche.

 

Due visite guidate alla collezione delle arpe del Museo della Musica hanno messo in luce l’eccezionale patrimonio musicale e artistico della città. Si ringrazia in particolare Eva Perfetti, docente di arpa al Liceo Musicale Laura Peperara di Mantova che ha accompagnato le sue alunne alla scoperta delle arpe e dei loro illustri liutai.

 

Sempre presso il Museo della Musica è stato possibile ammirare, provare e scoprire nuovi modelli delle arpe Camac, di liuteria francese, durante la mostra dedicata ai professionisti e agli studenti dello strumento.

Eventi collaterali come il Brunch con l’arpa presso il Museo della Storia di Bologna (Palazzo Pepoli, a cura della Caffetteria Colazione da Bianca) e la Cena di San Valentino a suono d’arpa presso la Villa Panazza di Mordano hanno permesso di avvicinare tanti curiosi “profani”  al mondo  magico dell’arpa.

 

L’Associazione Arpeggi ringrazia il Comune di Bologna che ha dato il Patrocinio per l’insieme della programmazione del Festival.

Si ringraziano inoltre il Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, l’Oratorio San Carlo di Bologna, l’Associazione Euterpe Musiké e L’Associazione italiana dell’Arpa per la loro collaborazione.

Un ringraziamento di cuore agli sponsor Camac Italia, Colazione da Bianca e Giacometti impianti, agli artisti per il loro prezioso contributo, nonché ai nostri “indispensabili” volontari e studenti di arpa.

Davanti ad una tale risposta della Città siamo liete di poter prevedere la seconda edizione del Bologna Harp Festival, proposta da fine Gennaio a metà Febbraio 2016, incentrata attorno alla tematica dell’arpa celtica.

 

 

Concerti

  • Sabato 31 gennaio ore 20.30, Oratorio San Carlo: Arpa Flamenca: Irene De Bartolo e Marianne Gubri, arpe e Rita Marchesini, danza 

  • Domenica 1 febbraio, ore 18.30, Oratorio San Carlo: Virtuosismi d'arpa e oboe: Emanuela Degli Esposti, arpa, Marino Bedetti, oboe e corno inglese

  • Sabato 7 febbraio, ore 21, Museo della Musica: Trame, Marcella Carboni, arpa jazz 

  • Lunedì 16 febbraio, ore 21Concerto inserito nella programmazione dell'Auditorium Manzoni: W. A. Mozart, Concerto per flauto e arpa, Luisa Prandina, arpa e Giorgio Zagnoni, flauto, I Cameristi del TCBO 

 

 

Didattica

  • Sabato 7 e Domenica 8 febbraio, Museo della Musica, Workshop di Marcella Carboni

  • Alla scoperta dei miti dell’arpa, Laboratori musicali per bambinMuseo della Musica Rassegna ‘The Best Of’

  • Sabato 31 gennaio ore 10.30: Orfeo e Euridice

  • Sabato 7 febbraio ore 10.30: Merlino e Viviana

  • Sabato 14 febbraio ore 10.30: Tristano e Isotta


 

Altri eventi

  • Sabato 31 gennaio ore 15, Museo della Musica: Visita guidata alla collezione di arpe 

  • Sabato 7 e Domenica 8 febbraio ore 10-18, Museo della Musica: Esposizione di arpe a cura di CamacItalia

  • Domenica 1, 8 e 15 febbraio ore 12.30, Museo della Storia di Bologna – Colazione da Bianca: Brunch a suono d’arpa. 

  • Sabato 14 febbraio, Ville Panazza (Mordano): Cena di San Valentino a suono d’arpa

 

 

Direzione Organizzativa

Associazione Culturale Arpeggi

Via Castiglione, 31 - 40124 Bologna

tel. +39 3201650086

info@millearpeggi.it

www.millearpeggi.it

Facebook: BolognaHarpFestival

 

 

Direzione Artistica

Marianne Gubri e Irene De Bartolo

 

Con il Patrocinio del Comune di Bologna 

 

In collaborazione con

Museo Internazionale e Biblioteca della Musica di Bologna

Oratorio San Carlo - Euterpe Mousikè

Associazione italiana dell’Arpa

 

Sponsor

CamacItalia

Colazione da Bianca

Giacometti Impianti